Le otiti nel bambino

La ancora scarsa funzionalita' della "Tuba uditiva" ( la cosiddetta "Tromba di Eustacchio")e la notevole ipertrofia del tessuto linfatico rinofaringeo ( le cosiddette Adenoidi ) sono la fonte dei frequenti problemi che molto spesso affliggono tanti bimbi,e, per converso ,le loro famiglie .

Sta nella tuba  e nella sua funzionalita' la chiave di volta della risoluzione delle  otiti recidivanti.

Ecco quindi  che  una terapia medica mirata non si limitera' all'Antibiotico tutte le volte che il bimbo presenta un episodio di mal d'orecchio ,ma dovra' agire sulla detersione e decongestione della della regione rinofaringea :questo fara' si che il bimbo cresca " limitando i danni ",sino a che il cambio delle condizioni anatomico strutturali che , in tutti i piccoli pazienti , si verifica alla puberta'  non spazzera' via ,nella stragrande maggioranza dei casi , questi problemi. 

La patologia orl pediatrica

uno tra i campi piu' interessanti della patologia orl e' quello che coinvolge le prime eta' della vita.

Per la frequenza degli  episodi e la componente di apprensione e cure che determinano  nei genitori , tali problematiche sono di rilevante impegno per lo specialista ,richiedendo una esperienza specifica ed  una particolare sensibilita' .

Le flogosi recidivanti delle prime vie aeree nel bambino

La cattiva respirazione nasale ,la frequente comparsa di riniti ,con secrezione e congestione nasale, ed epistassi  ,soprattutto nelle stagioni autunno-invernali ,   accompagnate talvolta da otiti catarrali recidivanti ,sono  manifestazione clinica  di una situazione di stress delle strutture linfatiche della faringe ( il cosiddetto "Anello di Waldeyer") , tipiche di una eta' ,quella pediatrica ,in cui l'organismo  acquisisce le proprie difese immunitarie .

Il compito dello Specialista sara' principalmente di "accompagnare" il piccolo paziente in questo difficile periodo di crescita , con terapie mediche "ad hoc",per la gestione dei problemi , che di volta in volta si potranno presentare .

La terapia chirurgica , sempre da utilizzare come ultimo rimedio  ,e non come "panacea" per tutti i problemi, consiste in  :

adenoidectomia

adenotonsillectomia

drenaggio trans timpanico .

e richiede un "training" specifico della struttura che vi si dedica ( personale medico , chirurgico  ed anestesiologico  , e paramedico ,di reparto e di sala operatoria ).

Share by: